Janis Joplin e quel rifiuto leggendario a Jim Morrison

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Secondo la biografia di Jim Morrison “Break On Through: The Life and Death of Jim Morrison”, ci sarebbe stato un “incontro” tra due mostri sacri del rock.
“L’incontro tra Jim e Janis Joplin è diventato leggendario. Paul Rotchild in quel periodo decise che Morrison e la Joplin dovessero conoscersi, e dal momento che lavorava con entrambi fece il possibile per farli incontrare. Successivamente descrisse l’episodio a Blair Jackson di Bam Magazine: ‘Ho pensato, sono il Re e la Regina del rock ‘n’ roll. Devono incontrarsi. Per cui ho dato loro appuntamento ad un party a Hidden Hills. Si sono presentati entrambi sobri, e hanno cominciato subito ad andare d’accordo. Jim era affascinato da questa strepitosa ragazza, e ovviamente anche Janis era rimasta colpita dall’innegabile fascino di Morrison.

In quel periodo Jim era ubriaco per la maggior parte del giorno, e così avvenne anche a quella festa. Cominciò a bere e il suo atteggiamento divenne rude, maleducato, quasi violento. Improvvisamente cominciò a comportarsi come un cretino, un “disgustoso” ubriaco. E Janis, che era una “affascinante” ubriaca, si stancò ben presto di lui. Beh, più Janis lo rifiutava, più Jim ci provava. Alla fine Janis si avvicinò, mi disse: andiamocene.. e andò verso l’auto.

Ma Jim non era intenzionato ad accettare un no come risposta, così quando Janis salì in macchina lui la afferrò per i capelli. Beh, Janis prese dal sedile di fianco una bottiglia di Southern Comfort, uscì furibonda dall’auto e gliela ruppe in testa. Poi gli urlò «Vaffanculo Jim Morrison, sai cosa ti dico? La musica dei Doors m’ha sempre fatto cagare!».

Il giorno dopo, incontrai Jim e mi disse: Che donna straordinaria! Posso avere il suo numero di telefono?- Ho dovuto rispondergli che Janis non pensava che fosse una buona idea. Povero ragazzo, si era preso una bella cotta!”

Sorgente: Janis Joplin e quel rifiuto leggendario a Jim Morrison – Le Foto Che Hanno Segnato Un’Epoca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.